MARIAtona – 14/09/2014 – Paese (TV)-Camposampiero (PD)

Distanza: 50,01 km
Tempo: 6 ore 20 min

“un’impresa che resterà nella storia ”
-Il corridore delle alpi-

“fatica”
-runner’s word-

“lo zaino giunto dalla Turchia nascondeva qualcosa di losco”
-Il fattone quotidiano-

“50km non li avrei fatti neanche per scappare al leone che ogni mattina, in Africa (…)”
-la gazzella dello sport-

“la più classica delle strappa storie lacrima”
-maccio capatonda-

“io non vedevo solo l’ora che finisse tutto”
-Alex Schwazer-

e fu così che arrivò il giorno della pazzia…

già, perchè altri termini non si possono trovare per definire quello che è stato fatto oggi, no di certo.
Non abbiamo rispettato alcun programma serio di allenamenti, zero tabelle di marcia, zero consigli dai più esperti del settore (che, vorrei dire, consigliavano la “ricotta di vacca” come colazione pregara..suvvia ragazzi, non scherziamo..), zero prese di coscienza sulla difficoltà di tale corsa, zero fazzoletti (a no..uno, grazie Croci…a no aspetta, ce n’era una pacchetto intero….cazzolamiaamatabandana…), zero parole (quasi) dopo il 40°…..ma infine, zero ripensamenti, 7 eroi e 50 km fatti. Ce l’abbiamo fatta cazzo.

io – adu – fabio (ex R2 in quanto non gioca più a PES) – vince – vale – croci – movio e due biciclette (a tratti senza sella, si narra), i prescelti per affrontare tale impresa.
Adu, ideatore dell’evento in quanto padre della piccola che da il nome alla corsa, MARIA (che salutiamo), ha scelto oggi 14 settembre 2014 come giorno X, il giorno della pazzia. Ed ha scelto bene oserei dire, in quanto in questa estate fredda e piovosa, abbiamo trovato una bella giornata non troppo calda ma nemmeno troppo fredda; ciò è ovvio, come suggerisce Fabio, in quanto “oggi avevamo prenotato il sole”.

Ore 07.00 siamo pronti e carichi per la giornata, tranne Movio che arriva in pigiama dopo un sabato movimentato.

IMG-20140914-WA0014

#50kmpermaria #km0

Primo “selfie” e si parte, 5 di corsa e 2 in bicicletta; prendiamo la strada che porta a Santa Cristina passando per stradine sterrate nel mezzo della campagna locale, mentre Croci allieta il nostro viaggio illustrandoci nomi e storie della flora e della fauna che ci circondano.

#50kmpermaria #km5

#50kmpermaria #km5

Arriviamo dunque sull’Ostiglia, una strada che una volta era la ferrovia che collegava Treviso a Ostiglia attraversando trasversalmente tutto il Veneto; ora invece è una stradina a tratti asfaltata, alberi ai lati, e che ci permette di continuare il nostro peregrinare senza essere disturbati dal traffico.
I chilometri scorrono abbastanza veloci (per ora), l’allegra compagnia chiacchera, ride e scherza, ignara di ciò che li aspetterà al ritorno..già perchè il percorso prevede di arrivare a Camposampiero, al km 25 dunque, e li girarsi e tornare indietro.

#50kmpermaria #km10

#50kmpermaria #km10

Come si può notare, siamo tutti allegri e felici, per nulla stanchi, 7 ragazzi/e spensierati che pensano solo alla gioia del momento, all’ebbrezza dell’attimo, noncuranti del futuro prossimo, di cosa li attende…

#50kmpermaria #km15

#50kmpermaria #km15

Ancora gioia, e allegria, e gesti di felicità.
Mentre l’acqua inizia a scarseggiare…

#50kmpermaria #km20

#50kmpermaria #km20

Acqua….acqua, per favore signore, un pò di acqua…
già, siamo senz’acqua..uno zaino da far invidia al povero Alex Schwazer, ma niente acqua (tranne la borraccia di Fabio che contiene acqua e kriptonite).

#50kmpermaria #km25

#50kmpermaria #km25

Ringraziamo i “ciclisti” che si prendono la briga di andare a cercare acqua, e tornano dopo alcuni minuti vittoriosi con le borracce piene, e siamo dunque pronti a ripartire.
25°km significa che è ora di girarsi e ripartire, e sappiamo che sarà dura, ora.
Già perchè conosciamo il famoso “muro” che tra poco incontreremo, e non c’è verso di aggirarlo. Va affrontato, e superato. In qualsiasi modo.

#50kmpermaria #km30

#50kmpermaria #km30

E son 30, da qui in avanti i nostri eroi devono trovare dentro di loro la forza per continuare.
(io in realtà ho trovato dentro di me solo una gorgoglio allo stomaco, un bagno chimico senza carta igienica, e una bandana sacrificata a metà…come direbbe il buon Vince “ti vol metà ban(d)ana”)

#50kmpermaria #km35

#50kmpermaria #km35

Siamo al 35° km e abbiamo sbattuto in pieno sul muro….c’è chi corre, chi cammina, chi sprona gli altri e chi parla della Juve, chi parla di pugilato, chi pensa al pranzo e chi cerca nello zaino la soluzione ai problemi…tutti cercano di continuare, senza fermarsi, magari rallentando ma senza fermarsi.

#50kmpermaria #40

#50kmpermaria #40

…il muro continua…
piccola nota doverosa, in questo momento di dolore per tutti…

Complimenti a Movio che chiude con successo i suoi primi 42, 197 km di corsa!!! Ora puoi dire di aver corso una maratona (lo stesso giorno di una MARIAtona!!! wow!!!).

Il gruppo si unisce per un pò di tempo e ci si avvia all’uscita dall’Ostiglia tutti assieme, per darci un pò di forza, per darci coraggio, per affrontare assieme gli ultimi chilometri che ci separano da questo traguardo che ormai non è più cosi lontano.

#50kmpermaria #km45

#50kmpermaria #km45

Ci siamo ragazzi, stiamo arrivando, la meta è sempre più vicina. Mancano solo 5 km, solo 5…ormai non si può più mollare.
Arriviamo a Paese e qui, veramente, le gambe fanno fatica a muoversi ancora; sembra di spostare due blocchi di granito pesantissimi, ogni fibra muscolare sembra sul punto di esplodere, sento il polpaccio che sta per scoppiare; ma non si può fermarsi ora.
Si cammina un pò, si corre un altro pò, si cammina ancora, e al 49°km ci rimettiamo tutti a correre, perchè ormai ci siamo, è finito questo lungo viaggio, siamo arrivati, abbiamo vinto.

#50kmpermaria #km50

#50kmpermaria #km50

Aldo Rock disse “la sofferenza e’ debolezza che lascia il corpo”..bè allora oggi noi abbiamo lasciato tantissima debolezza lungo il nostro andare!!
Ce l’abbiamo fatta ragazzi, siamo stati grandi.
Finalmente, è ora di lavarsi e di sedersi a tavola! La stanchezza per un pò se ne va e lascia il posto al piacere della compagnia e alle risate che fanno da contorno all’immensa fame che abbiamo.
E dopo un incontro alla “carramba che sorpresa”, qualche bottiglia di vino, le smorfie di dolore di Movio e qualche palpebra che inizia a calare, decidiamo che è ora di tornare alle nostre case e calare il sipario su questa giornata.

Complimenti a tutti.

#50kmpermaria #missioncompleted

IMG_20140914_153703

 

 

nb. V. ha inviato una sua lettera della corsa a Runner’s World, e l’hanno pubblicata!

carta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...