34° Transcivetta Karpos – 20/07/2014 – Listolade (BL)

Distanza: 23km
Dislivello: 1891D+
Tempo: 4h 22m

Fortunatamente il tempo lenisce il dolore e sbiadisce la memoria, offusca i ricordi e mi permette di commentare con mente più lucida questa “impresa”;
già perchè il Transcivetta non è una passeggiata tra le montagne e nemmeno un’allegra corsetta tra le Dolomiti; il Transcivetta è una lotta che vede scontrarsi le proprie gambe e la salita continua, la forza di volontà e la fatica nel fare un singolo ulteriore passo, la bellezza di questi magnifici posti e…i crampi!
Già, il Transcivetta per me è stato tutto questo, gioia e dolore.

Si parte, ore 06.30, direzione Taibon (la partenza non è a Taibon ma so che A. apprezzerà il semplice fatto di averlo citato); arriviamo a Taibon, parcheggiamo a Taibon, e aspettiamo la corriera che ci porterà da Taibon alla partenza, zona Listolade. Che è vicina a Taibon.

Siamo io e A., coppia 127, V. e Riccardo, coppia 122.

La partenza è in salita (strano eh?!), si corre su strade larghe asfaltate per un pò di km, la pendenza non è eccessiva e riusciamo a tenere un discreto passo; si sale lungo la Val Corpassa passando prima al Rifugio Capanna Trieste e poi verso il Rifugio Vazzoler lungo una comoda e ben percorribile strada bianca; primo ristoro, fatti finora 1034 metri di dislivello.
Saltiamo il ristoro, in quanto abbiamo lo zaino con l’hydrobag da due litri dunque possiamo evitare di fermarci, e continuiamo la nostra salita.
Qui purtroppo inizia a peggiorare la mia condizione fisica, qualche problema di stomaco e agli adduttori dell’inguine (ahimè i tornei di calcetto sono dannatamente deleteri per la corsa) mi rendono molto molto difficoltoso correre, e purtroppo devo rallentare parecchio e cosi tocca fare anche a A., purtroppo.

Non bastasse, ci aspetta una terribile rampa che si snoda lungo la Val Civetta  prima di imboccare il sentiero quasi verticale che porta al Rifugio Tissi e secondo al secondo ristoro, a 1570 metri di dislivello dalla partenza. Qui mi rifocillo con frutta secca e cioccolato, che finisce per la maggior parte tra la mia folta barba, ahimè! Fortunatamente lo sguardo contrariato di A. mi fa capire che il mio aspetto ha qualcosa di insolito, e mi pulisco.

 

Si scende ora! Incredibile! Già, si scende verso il pianoro per circa 200 metri di dislivello, ma il mio stomaco non mi permette di gioire come merito della situazione in quanto più sollecito gli addominali più il dolore aumenta.

Ma bisogna andare avanti; ci immettiamo nella salita di Col Negro, che inizialmente sale dolcemente, ma poi il sentiero s’impenna nuovamente sino alla Forcella, che sembra un miraggio, li in alto. E per arrivarci, attraversiamo un tratto correndo, e scivolando pure, sulla neve!
Raggiungiamo cosi la forcella, mi riposo qualche minuto, e ripartiamo. Giù ora, si scende verso il laghetto del Coldai, un paesaggio a dir poco incantevole, e affrontiamo gli ultimi pochi metri di dislivello che portano alla Forcella Coldai (circa 50 metri).

lago coldai

Un sorso d’acqua all’ultimo ristoro situato al Rifugio Coldai (mentre A. sceglie Coca Cola e panino) e si riparte; una bellissima discesa molto tecnica ci porta ai Piani di Pezzè, ultimi 2 km in leggera discesa e arrivo sotto il traguardo.

 

Che dire, dispiace aver rallentato il mio compagno ma purtroppo oggi le gambe non hanno girato come al solito; rimane comunque una bellissima esperienza e una corsa magnifica.
La giornata poi, splendida davvero, come l’organizzazione devo dire. Giunti all’arrivo abbiamo preso in pochi minuti la cabinovia che ci ha portati ad Alleghe, e li l’autobus ci ha portati a Taibon. Dunque, ripeto, ottima organizzazione.

Complimenti a tutti dunque, a noi 4 soprattutto!

transcivetta

ps. ci dispiace Riccardo che al ritorno non eri con noi…

IMG-20140720-WA0002

 

ps2. “lo prendiamo e lo mangiamo in macchina” – “perchè in macchina?” – “cosi mentre facciamo l’autostrada lo mangio pacifico” – “e seduti sui tavolini non siamo pacifici?” – “no, no te capissi…il mac VA mangiato in macchina” – “ma bioparco!”.

ps3. e scusa Riccardo per i 17 km alla fine…ma pioveva…

ps4. io riposo fino al transcivetta 20 luglio vecchio mio

 

Annunci

2 risposte a “34° Transcivetta Karpos – 20/07/2014 – Listolade (BL)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...