39° Montefortiana – Monteforte D’Alpone (VR) – 19-01-2014

Distanza: 21.45km
Dislivello: 455 D+
Tempo: 2h16m05s

Si torna a correre noi tre assieme, io V. e A. (che ormai sono due top runner), e chiaramente…piove;
partenza ore 06.30 e via verso Monteforte d’Alpone (VR), strade quasi deserte e alle 08.00 siamo a destinazione.
Riusciamo ad evitare le trafile e la (probabile) coda per iscriverci grazie a un bagarino che ci vende tre pettorali, e col tempo risparmiato riusciamo addirittura a partire in orario!
Ore 08.30 inizia la nostra corsa, sfiliamo il gruppone dei marciatori e continuiamo per circa 3 km tra i 05.30 e i 06.00 min/km; poi si inizia a salire, e fino al 10° sarà una salita quasi continua.
Ci fermiamo al primo rifornimento e prendiamo un thè, un biscotto e un pò di zucchero (e rifiatiamo un pò), mentre c’è chi allegramente banchetta con polenta, wurstel e crauti!
Si riparte e la salita continua, al pari della pioggia; il percorso è un misto di asfalto e strada bianca, per nulla scivoloso, anzi; il paesaggio invece sarebbe bellissimo. Dico “sarebbe” perchè oggi chi dall’alto governa i cieli, il sole e la pioggia, non è di ottimo umore, e ci ha riservato una giornatina tutt’altro che limpida e serena.
Un vero peccato diciamocelo, correre tra queste colline di ulivi e vigneti e poter ammirare i paesaggi che Monteforte d’Alpone ha da offrire sarebbe stato quasi magico..ma non ci lamentiamo via, è stata ad ogni modo una gran bella corsa.
Arriviamo al 10° e si inizia a scendere, ma non riusciamo a spingerci al massimo in quanto un altro runner si affianca a V. e inizia a raccontargli la storia della sua vita, partendo dal lontano millenovecento eccetera eccetera. e cosi si rallenta un pò per riunirsi e per ripartire assieme.

Ristoro del 15°.

Bè questo ristoro merita di essere ricordato in maniera particolare, e ci insegna che “se ai ristori durante una gara ci sono gli alpini, controllare sempre ciò che ti versano nel bicchiere”; eh già, perchè il buon (e assetato) V. ha buttato giù due dita di ottima grappa di acquavite scambiandola per semplice e banale acqua! E dopo 15km di corsa non è di certo la bevanda di cui abbisogna il nostro corpo! Ma dopo alcuni attimi di “sbiancamento”, il colorito torna nella norma e si riparte (del resto è un toprunner lui).
Al 17° becchiamo un muro però, già perchè la strada torna improvvisamente a salire pesantemente, e per quasi 3 km continuerà cosi; e fango, parecchio fango in questo tratto, e la strada che diventa un sentiero roccioso.
Non è una passeggiata arrivare al 21° ma ci arriviamo senza tanti patemi, andiamo a prenderci il nostro meritato pacco (con bottiglia di Soave, tra le altre cose) e ci avviamo verso casa.

E ormai non piove più..

ps. menzione d’onore ad A. che si è lamentato solo fino al 10° km (…circa…)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...